Anagoor, "Virgilio brucia" - Piccolo Teatro Studio - dal 26 al 31 gennaio 2016

Dal 26 al 31 gennaio al Piccolo Teatro Studio


Virgilio brucia

Nel laboratorio di Anagoor, le contraddizioni
di un poeta al servizio dell’ideologia imperiale


Poesia e potere, bellezza e violenza, memoria e consenso: con Virgilio brucia - in scena al Teatro Studio dal 26 al 31 gennaio - Anagoor, la compagnia veneta per la prima volta al Piccolo, affronta questi temi in una prospettiva spiazzante, entrando nel laboratorio dell’intellettuale che ha cantato l’avvento della Roma imperiale. Sulla figura di Publio Virgilio Marone infatti grava il pregiudizio di essere stato il cantore di Ottaviano Augusto, che spense ogni residua speranza di ristabilire una repubblica nell’Antica Roma. Un poeta al servizio dell’ideologia imperiale, in cui Anagoor però individua delle incrinature: punto d’attacco due libri proprio dell’Eneide, quelli che Virgilio lesse ad Augusto, e dove sono narrati la violenza della distruzione di Ilio e del regno troiano, il viaggio nell’oltretomba, cesura definitiva con il passato relegato a memoria. Così Virgilio brucia diventa l’occasione per squadernare quel rapporto tra arte e potere, la funzione della cultura e della memoria, la guerra imperiale, la violenza e il rapporto di Virgilio, figlio di contadini mantovani, con la natura, elemento che spesso appare, in primo piano o di sfondo, sia nelle opere del poeta latino che nelle creazioni della compagnia. Una identificazione di Virgilio con Enea, cadenzata sia da musiche corali eseguite dal vivo sia da antichissime tradizioni europee ed extraeuropee, che racchiudono la magia di quegli aedi che per primi cantarono l’epopea di Troia e dei troiani, fino al minimalismo contemporaneo di John Tavener.

L’incontro
Mercoledì 27 gennaio, alle ore 17, al Chiostro Nina Vinchi di via Rovello 2, la compagnia Anagoor presenta al pubblico Virgilio brucia. Interviene Oliviero Ponte di Pino.
L’ingresso è gratuito con prenotazione a comunicazione@piccoloteatromilano.it

Anagoor
La compagnia Anagoor nasce nel 2000 a Castelfranco Veneto, su iniziativa di Simone Derai e Paola Dallan, ai quali si aggiungeranno successivamente Marco Menegoni, Moreno Callegari, Mauro Martinuz, Giulio Favotto e molti altri, facendo dell’esperienza un progetto di collettività. La compagnia prende il nome da un racconto di Dino Buzzati, “Le mura della citta di Anagoor”. Nasce e cresce in Veneto e si connota come teatro visionario radicato nella memoria. Nel 2008 la compagnia è finalista al Premio Extra con Jeug*. Nel 2009 con Tempesta riceve una Segnalazione Speciale al Premio Scenario ed è finalista al Premio Off promosso dal Teatro Stabile del Veneto. Nel 2010 entra a far parte del progetto Fies Factory di Centrale Fies e del network internazionale Apap. Nel 2011 lo spettacolo Fortuny è invitato alla Biennale di Venezia diretta da Alex Rigola. Contemporaneamente Anagoor avvia una tournée internazionale che la conduce in Inghilterra, Danimarca, Portogallo e Francia. Nel 2012 debuttano a MiTo con il film-concerto Et manchi pietà sulla vita della pittrice Artemisia Gentileschi, e lo spettacolo L.I. Lingua Imperii insignito del premio "Jurislav Korenić“ a Simone Derai come miglior giovane regista per lo spettacolo al GRAND-PRIX del 53mo Festival MESS di Sarajevo.
Nel 2013 Anagoor riceve il Premio HYSTRIO – Castel dei Mondi e debutta con la prima regia di un’opera: Il Palazzo di Atlante di Luigi Rossi (1642), libretto di Giulio Rospigliosi, alla 63° edizione della Sagra Musicale Malatestiana di Rimini. Nel 2014 al Festival delle Colline Torinesi debutta Virgilio Brucia presentato anche al Romaeuropa Festival. Lingua Imperii è presentato alla Biennale Teatro di Venezia. Nel maggio del 2015 debutta Santa Impresa, progetto di Laura Curino e Anagoor con la regia di Simone Derai che viene prodotto dal Teatro Stabile di Torino | Teatro Nazionale. Sempre nel 2015 Napoli Teatro Festival Italia presenta un focus interamente dedicato ad Anagoor ospitando L.I. Lingua Imperii e Virgilio Brucia. Lingua Imperii è presentato alla Biennale Teatro di Venezia ed è tra le produzioni vincitrici (14 su 453 candidature provenienti da 54 paesi) del Music Theatre NOW 2015, premio internazionale dedicato all’innovazione di opera e teatro musicale, che dedicherà ai lavori selezionati una vetrina al prossimo Operadagen Festival di Rotterdam.


LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO


Piccolo Teatro Studio Melato (via Rivoli 6 – M2 Lanza)
dal 26 al 31 gennaio 2016
Anagoor
Virgilio brucia
con Marco Menegoni, Gayanée Movsisyan, Massimiliano Briarava, Moreno Callegari, Marta Kolega,
Gloria Lindeman, Aglaia Zannetti, Monica Tonietto, Artemio Tosello, Emanuela Guizzoncon la partecipazione straordinaria di Marco Cavalcoliregia Simone Derai, drammaturgia Simone Derai, Patrizia Vercesicostumi Serena Bussolaro, Simone Derai, scene Simone Derai, Luisa Fabris
musiche Mauro Martinuz, video Simone Derai, Giulio Favotto testi ispirati dalle opere di Publio Virgilio Marone, Hermann Broch, Emmanuel Carrère,
Danilo Kiš, Alessandro Barchiesi, Alessandro Fo, Joyce Carol Oatestraduzione e consulenza linguistica Patrizia Vercesiproduzione Anagoor 2014in coproduzione con Festival delle Colline Torinesi, Centrale Fies, Operaestate Festival Veneto,
University of Zagreb-Student Centre in Zagreb-Culture of Change
Anagoor è parte di Fies Factory e APAP-Performing Europe

Orari: martedì, giovedì e sabato, 19.30; mercoledì e venerdì 20.30; domenica 16.
Durata: 1 ora e 40 minuti

Prezzi: platea 25 euro, balconata 22 euro

Informazioni e prenotazioni 848800304 - www.piccoloteatro.org
News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv


Milano, 7 gennaio 2016

Commenti