RAIUNO: IL CONCERTO DI CAPODANNO IN DIRETTA DA VENEZIA

È il direttore d'orchestra americano James Conlon il protagonista della tredicesima edizione del Concerto di Capodanno dal Teatro La Fenice di Venezia, che Rai Cultura trasmette in diretta su RaiUno venerdì 1° gennaio alle 12.25.
Direttore musicale della Los Angeles Opera, Conlon è anche molto attivo in Europa: negli anni passati è stato direttore musicale dell’Opéra di Parigi, delle filarmoniche di Colonia e Rotterdam, e dall'ottobre 2016 sarà il nuovo Direttore principale dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Nel concerto di Capodanno da Venezia propone grandi pagine del repertorio operistico italiano, da “La donna è mobile” dal Rigoletto di Verdi a “O mio babbino caro” da Gianni Schicchi di Puccini, passando per la celeberrima romanza “Una furtiva lagrima”, dall'Elisir d'amore di Donizetti. In programma anche pagine sinfoniche e corali come l'Ouverture da Il viaggio a Reims di Rossini, la Sinfonia da I vespri siciliani e il coro dei gitani dal Trovatore di Verdi. Un'incursione nella musica europea è rappresentata da due pagine come l'aria “Je veux vivre dans ce reve” da Roméo et Juliette di Gounod e la Quadriglia di Johann Strauss Jr., che però si basa sui temi di un capolavoro di Verdi come Un ballo in maschera, tutto italiano. Come di consueto la chiusura del programma è affidata al coro “Va pensiero” dal Nabucco e al duetto “Libiam ne' lieti calici” dalla Traviata, la cui prima rappresentazione avvenne proprio alla Fenice di Venezia nel 1853.
Protagonisti sul palco il soprano Nadine Serra e il tenore Celso Albelo, oltre naturalmente all'Orchestra e al Coro del Teatro La Fenice.
La sigla del programma vede impegnati i due primi ballerini della Scala di Milano Marta Romagna e Nicola Del Freo, che danzeranno anche in altri momenti del concerto, insieme ad altri artisti del Corpo di Ballo della Scala, su coreografie di Massimiliano Volpini.
Il concerto è proposto su RaiUno dopo la benedizione papale “Urbi et Orbi” e viene trasmesso anche in altre nazioni europee dai canali ARTE, ZDR, WSR, Radio France e da varie emittenti radiotelevisive di Paesi dell'Est Europa.
La regia televisiva è di Arnalda Canali.

Commenti